SE E' VERO CHE ANDARE AL RISTORANTE OGGI E' COME ANDARE A TEATRO...

  

...IL CAMERIERE E' IL PRIMO ATTORE AD USCIRE SUL PALCO E L'ULTIMO A CHIUDERE IL SIPARIO.

Dal 2006 ogni anno si svolge il Premio “Miglior Chef Emergente d’Italia”, la competizione riservata ai giovani chef under 30 che ha ormai raggiunto grande notorietà e successo nell’ambiente della ristorazione e che ogni anno vede in gara 40 giovani under 30 (20 del Nord e 20 del Centro Sud) e si svolge in 3 eventi: Selezione Nord, Selezione Centrosud, Finale Nazionale a Roma. 

Ogni concorrente gareggia di fronte ad una giuria di chef famosi ed esperti comunicatori. I finalisti, praticamente sconosciuti all’epoca della gara, dopo qualche anno in grande numero ricevono importanti riconoscimenti e molti di loro sono arrivati alla stella Michelin. Intorno alle gare è cresciuto l’interesse e l’importanza degli sponsor che rappresentano il meglio del panorama eno agroalimentare e spesso vengono coinvolti con i loro prodotti nelle ricette di gara o negli abbinamenti. Da qualche anno suscita altrettanto successo “Miglior Pizza Chef Emergente, competizione riservata ai giovani autori di pizza gourmet, grazie ad un gruppo di supporter del settore con analoghe modalità.

  Dopo la Cucina viene naturale pensare anche alla “Sala”: Quest’ultima infatti soffre rispetto alla prima e la ristorazione deve quotidianamente fare i conti con una disaffezione generale al mestiere del servizio, con i giovani che, al momento di iscriversi in un istituto alberghiero, preferiscono con percentuali imbarazzanti i corsi di cucina a quelli di sala. Inoltre i sommelier, che dopo l’auge degli anni novanta stanno soffrendo un declino della loro identità, sono anch’essi – generalmente parlando - in una fase interlocutoria.  

 UNA RONDINE NON FA PRIMAVERA MA…

 Lo dice il luogo comune, ovvero: non crediamo che un’unica iniziativa da sola possa cambiare il mondo, ma sicuramente può essere uno stimolo a riconoscere ed approfondire queste problematiche dando una certa visibilità ai personaggi che desiderano intraprendere questa carriera. 

Abbiamo quindi pensato ad un format che possa essere allo stesso tempo istruttivo e spettacolare, che possa essere di supporto alla formazione ma anche destare curiosità, che possa interessare gli operatori del settore ed anche la comunicazione per l’indispensabile ritorno mediatico. Ecco il premio EMERGENTE SALA...stay tuned!

 

INFO: +39 3473023607  lorenza@lorenzavitali.it    redazione@lorenzavitali.it

 

IL CONCEPT

Dopo aver realizzato per oltre 12 anni il premio “Miglior Chef Emergente” che continua a riscuotere grande interesse e partecipazione di pubblico, viene naturale pensare anche alla “Sala”.

Quest’ultima infatti, pur essendo parte complementare del settore, soffre rispetto alla prima e la ristorazione deve quotidianamente fare i conti con una disaffezione generale al mestiere del servizio, con i giovani che, al momento di iscriversi in un istituto alberghiero, preferiscono con percentuali imbarazzanti i corsi di cucina a quelli di sala.

Inoltre i sommelier, che dopo l’auge degli anni novanta stanno soffrendo un declino della loro identità all’interno del ristorante, sono anch’essi – generalmente parlando - in una fase interlocutoria.

                             MIGLIOR PROFESSIONISTA DI SALA 2017

Nel 2017 Emergente Sala si è chiuso con la Finalissima di Roma, lo scorso martedì 10 ottobre alle Officine Farneto, eleggendo LUIS DIAZ, Assistant Restaurant Manager del Seta** Hotel Mandarin Oriental Milano

 Le due selezioni di Milano, lo scorso novembre, e di Paestum, lo scorso aprile, hanno confermato il potenziale di questa iniziativa. C’è stata molta attenzione, in primis da parte degli addetti ai lavori della Sala, e dal mondo della ristorazione, ma sorprendentemente anche da tanti appassionati, e media, come testimoniano gli alti ritorni della comunicazione e l’attenzione di tanti per la nostra iniziativa.

                             NON SOLO UN EVENTO MA UNA COMMUNITY

Non solo un evento, ma ben 3 eventi Non solo 3 eventi, ma stiamo costruendo una “comunità” di professionisti della Sala che si sta consolidando nel tempo e che Vi vedrà quale partner privilegiato.

 

 

EMERGENTE SALA 2018 SELEZIONE NORD: A MERANO VINCONO PARI MERITO ENRICO GUARNIERI del “Da Vittorio***” E  ALBERTO TOMMASI “Del Cambio*”.  PREMIO PER LA MIGLIOR CAPACITÀ COMUNICATIVA AD ALBERTO BONANNO del “Magorabin*”

            Merano 11 novembre 2017- Si conclude con una prima teatrale la selezione Nord 2018 del premio Emergente Sala, ambientato per la prima volta nelle esclusive location del Merano WineFestival.  La scenografica finale si è svolta  sul palco del Teatro Puccini di Merano dove i 10 giovani  vincitori della selezione sono stati “attori” sullo storico palco. 

Enrico Guarnieri – Da Vittorio*** (Brusaporto BG) e  Alberto Tommasi (Del Cambio* – TO) si aggiudicano pari merito il titolo di Miglior Giovane Professionista di Sala del Nord Italia per il 2018, mentre Alberto Bonanno – Magorabin* (To) vince il premio speciale per la Miglior Capacità Comunicativa assegnato dal giurato Francesca Mannai in qualità di Media partner con la sua testata Brigata Blog.

I 16 candidati selezionati da Luigi Cremona e da Lorenza Vitali: Giovanni Alovisi - Villa Margon** (TN), Ali Anir -  Bottega del Vino  (VR), Valeria Biancini – Carroponte (BG), Alberto Bonanno – Magorabin* (TO), Armin Causevic - Castello di Guarene* (CN), Giulia Corsi – Vun Andrea Aprea * (MI), Alex Crivellaro -  Quadri  (VE),  Andrea Drago -Villa D'Amelia* (CN), Enrico Guarnieri - Da Vittorio*** (Brusaporto, BG), Federico Lago - Joia* (MI), Marco Leali - Casa Leali (Pugnago del Garda, BS), Marco Merli -Hotel Du Lac Et Du Parc (Riva del Garda, TN), Lorenzo Palma - Amo (VE), Riccardo Ricci- Locanda Margon** (TN), Alberto Tommasi -Del Cambio*  (TO), Elia Trevisan -CoVino (VE).

 La gara si è svolta in due giornate: il primo esame teorico venerdì 10 novembre, in una sala dell’Hotel Terme Merano, dove una competente giuria di professori di istituti alberghieri ed esperti del settore ha valutato la conoscenza delle problematiche del servizio di sala,  la presenza fisica e l’espressività dei candidati. La giuria era composta da Franco Mazzetto (Istituto di Formazione Professionale Alberghiero-Rovereto), Nicola Dimino e Pietro Palamara (Scuola professionale provinciale alberghiera "Cesare Ritz" di Merano), Domenico Cifani (Istituto Alberghiero “Leonardo da Vinci”- AQ), Gianni Armiento maitre d’hotel e consulente alberghiero. 

La sera del venerdì 10 anche la prova pratica: alla cena di gala del Merano WineFestival, svoltasi come di consueto nella grande sala delle feste Kurhaus di Merano, durante la quale i concorrenti hanno servito ai tavoli degli invitati. Dopo il servizio sono stati annunciati  i 10 nomi dei candidati che hanno proseguito il viaggio.

Sabato 11 novembre una seconda giuria composta da personalità rappresentative del Servizio di Sala in rinomate strutture italiane e da giornalisti di settore ha giudicato i finalisti sul palco del prestigioso Teatro Puccini di Merano davanti ad un attento pubblico. Una prova teorica con rigorose domande sul servizio e sulla cultura generale e una prova tecnica sulla conoscenza del vino in un questionario preparato in collaborazione con Mario Busso curatore della Guida Vini Buoni d'Italia del Touring Club Italiano. 

I giurati presenti: Stefan Wieser, Michil Costa, Marco Civitelli, Ciro  Fontanesi, Irina Freguia, Luigi Franchi, Pascal Tinari, Anna Accalai, Cristiana Lauro, Felix Gherardini, Giacomo Sarnataro, Marco Colognese, Mario Busso, Raoul Ragazzi, Marco Masè Calcagn,  Martino De Rosa, Ramona Ragaini, Gregor Wenter.    

Al termine della gara un buffet aperto ad invitati ed ospiti nel foyer del Teatro durante il quale lo chef Fiorenzo Perremuto ha preparato un conchiglione del Pastificio dei Campi, ricotta di malga, salmerino affumicato e caviale di Calvisius.  

 

Prezioso ed irrinunciabile l’apporto dei main sponsor e dei partner: Cecchi, Consorzio del Parmigiano Reggiano, Dionisos divise-uniforms, Intrecci CCC Scuola Alta Formazione di Sala, Kimbo, Olitalia,  Pastificio dei Campi,  Tartufi Toscobosco, Acqua Surgiva, Antica Corte Pallavicina, Barlotti, Carmasciando, Calvisius, Feudi di San Gregorio,  Maledetto Toscano, Azienda Agricola San Salvatore, Schoenhuber Franchi, Tenuta Baron, UpStream.  

 Media Partner dell’evento: Brigata Blog di Francesca Mannai.

 Una collaborazione Helmuth Köcher, Lorenza Vitali e Luigi Cremona

Info: redazione@lorenzavitali.it  cell +39 347 30 23 607 oppure + 39 342 8629707 www.emergentesala.com

 

 

 

 

 

NEW ENTRY VINO: NON SOLO LO CHAMPAGNE E' SEMPRE PIU' ROSA!

 

Margareth Henriquez, attuale Presidente della prestigiosa Maison de Champagne Krug dal 2009 e artefice dei successi di questi ultimi anni, è stata nominata anche Presidente di The Moët Hennessy Wine Division, in sostituzione di Jean-Guillaume Prats che ha deciso di dedicarsi a nuovi interessi al di fuori del mondo Moët Hennessy. Margareth Henriquez rivestirà il nuovo ruolo accanto al suo attuale incarico di Presidente di Krug.

Entrata a far parte del gruppo nel 2001 quale CEO di Bodegas Chandon in Argentina, ha ricoperto questo ruolo per sette anni. È stata quindi nominata Presidente di Krug nel 2009 e ha trasformato con successo il marchio, facendolo diventare una delle più prestigiose Maison nel mondo dello Champagne.

Ma cos'é la divisione dei vini del gruppo Moet Hennessy? 

Si tratta di otto aziende vinicole, dalla Spagna alla Nuova Zelanda, dall’Australia all’Argentina, dalla Cina alla California. Otto gioielli che insieme formano la pregiata divisione vini di The Moët Hennessy, all’interno del gruppo LVHM: Cloudy Bay, Cape Mentelle, Terrazas de los Andes, Cheval des Andes, Bodega Numanthia, Ao Yun, Smoke Tree, Newton.
Diversissimi i panorami e le latitudini, diversi i terroir, i vitigni coltivati e la tradizione alle spalle di ciascuna proprietà, ma con la ricerca della perfezione, il piacere per la scoperta e l’attenzione per l’ambiente a unire saldamente aziende localizzate ai quattro angoli della terra. Dalle cantine di Estates & Wines nasce un’ampia gamma di vini, fermi e frizzanti, che in breve tempo hanno saputo imporsi sul panorama internazionale, convincendo critici e appassionati.

I nostri migliori auguri a lei… ai grandi vini dei quali avrà sicuramente una gran cura, in primis sempre lo champagne, re dell’interazione tra i professionisti di Sala e gli ospiti in tutto il mondo. il settore dell'Ospitalità e del bien vivre prende sempre più le sembianze di una donna, evviva!

 

EMERGENTESALA CENTROSUD 2018: COMUNICATO STAMPA

Chi sarà il Miglior Giovane Professionista di Sala del 2018?

 

Lo sapremo solo a fine ottobre a Roma, ma già abbiamo i primi 3 finalisti: Enrico Guarnieri – Da Vittorio*** (Brusaporto - BG), Alberto Tommasi (Del Cambio* – TO), Alberto Bonanno – Magorabin* (TO).

Sono del Nord d’Italia e sono coloro che hanno vinto la Selezione di Emergente Sala svoltasi durante il Merano WineFestival lo scorso novembre 2017.

La Selezione del Centro Sud è ormai vicina, si svolgerà il 23 e il 24 maggio al Savoy Beach Hotel di Paestum in concomitanza con il noto congresso di cucina “Le Strade della Mozzarella” sempre nei giorni del 23 e 24 maggio. Saranno due giorni di gare dove i giovani under 30 di sala del Centro Sud affronteranno una serie di esami teorici e pratici di fronte ad una giuria di grandi e noti Professionisti.

Chi sarà in gara? Lo abbiamo comunicato lunedì 16 aprile in occasione di Vinitaly presso lo stand “Famiglia Cotarella” 

Al momento abbiamo selezionato: Bonny Ferrara (24 anni) del Ristorante “Faro di Capo d’Orso” a Maiori (SA), Amedeo Serva (26 anni ) de “La Trota”, Rivodutri (RI), Luca Matarazzo (24 anni) del ristorante “Triglia” di Avellino, Ilaria Fiorillo (26 anni) che lavora al “Pascucci al Porticciolo” di Fiumicino (RM), Pasquale Caravano (22 anni) che lavora presso la “Locanda Severino” di Caggiano a Salerno, Giuseppe Zuottolo (26 anni) che lavora ad Anacapri al ristorante “Olivo” del Capri Palace (NA), Andrea Mikhail (27 anni) che lavora al “Bistrot 64” di Roma, Emanuele Pica (29 anni) che lavora nel ristorante “L'Acquolina” all'interno dell'Hotel the First Roma, Matteo Bonanni (23 anni), lavorerà al ristorante “Acciuga” di Roma con lo chef patron Delmonte, Vanessa Serenelli (22 anni) di Senigallia, lavora da “Uliassi”(AN), Angelo Gaudio (21 anni) che lavora presso il ristorante “Il senso della Calabria” all’interno dell'Ariha Hotel, Rende (CS), Valeria Hinna Danesi (28 anni) la giovane romana che lavora a Pietrasanta (LU) al “Filippo MUD”, Silvana Di Domenico de Il Comandante di Napoli, Giacomo Serreli, del ristorante “Josto” di Cagliari, Francesco Alesiani di “Osteria Marca Zunica” di Ascoli Piceno, Francesca Mazzotta del ristorante “Livello1” di Roma, Fued Achaab del ristorante “Manetta” di Roseto degli Abruzzi e Matteo Melchionda.

Affronteranno varie prove, tra le quali una in abbinamento con i nostri sponsor principali, e giovedì 24 a pranzo saranno loro a servire al tavolo gli ospiti/giurati in un lunch che sarà a dir poco speciale! A fine serata del 24 sapremo i nomi degli altri tre finalisti che si sfideranno per il titolo martedì 30 ottobre a Roma.

 

Nel sito  www.emergentesala.com e nelle pagine FB -  INSTAGRAM -  TWITTER ci saranno tutti gli aggiornamenti.

NEWS DI SALA